Non perderti i nuovi post!

Ricevi ogni settimana la mia newsletter con un contenuto originale e gli ultimi articoli del Blog

Accetto la privacy policy

non comunicare come le grandi aziende

Non comunicare come le grandi aziende

1024 536 Gerardo Paterna

Aiutare le persone nella compravendita e nella gestione immobiliare è l’obiettivo di ogni professionista della mediazione. Se è vero che molti agenti lavorano in grandi strutture o network, è altrettanto vero che la maggioranza dei mediatori immobiliari è organizzato come impresa individuale.

Quando si tratta di comunicare con i clienti, è importante che l’agente immobiliare si presenti come un professionista competente e credibile. Nel fare questo, tuttavia, un errore frequente è quello di provare ad imitare lo stile e le numeriche delle grandi aziende. 

La comunicazione dei marchi nazionali e globali asseconda finalità distanti rispetto a quella realizzabile in una relazione “uno a uno”. Questo per dirti che una buona idea per uno spot, un messaggio che ti piace o l’intensità di pubblicazione non è quello che ti serve per raggiungere i tuoi clienti.

Studs Terkelscrittore e storico americano del secolo scorso, disse:“Siamo sempre più coinvolti dai media e sempre meno presi dall’arte di comunicare”.

Questo si verifica sempre più spesso nelle grandi aziende, dove il PED (piano editoriale) non è più uno strumento organizzativo, ma una spirale di contenuto sempre più densa, alimentata per accontentare i motori di ricerca. Prevalere ad ogni costo sulla visibilità del concorrente è un’insana competizione che incide negativamente sulla qualità del contenuto

Una buona comunicazione non si improvvisa, va pensata e ripensata. Ecco perché molta comunicazione odierna è brutta e i contenuti poveri e superficiali. Spesso non c’è risposta a queste domande: a chi si rivolge? Cosa vuole trasmettere? Qual è lo scopo del messaggio?

Comunicare in modo unico e personale

Il grande marchio deve presidiare la comunicazione sociale, continuare a ricordare al mercato che esiste, talvolta far parlare di sé attraverso prese di posizione o ammiccamenti a questo o a quel segmento di pubblico.

Come agente immobiliare, invece, lavori ad un livello diverso. Sei una persona con competenze ed esperienze uniche. Vivi l’esigenza di anteporre le tue caratteristiche personali ed il tuo valore professionale, cosa che per una grande azienda è impossibile data la sua natura impersonale.

Inoltre, tieni presente che i clienti cercano relazioni dirette quando si tratta di comprare o vendere una proprietà. Ostinarsi a comunicare come una grande azienda potrebbe rendere più difficile creare questo tipo di connessione.

Comunicare in modo ordinario può essere percepito come distaccato, il tuo messaggio non è personalizzato. I clienti potrebbero avere l’impressione che tu non sia veramente interessato a loro o alle loro esigenze.

In definitiva, come agente immobiliare dovresti impegnarti nel comunicare in modo professionale, ma anche personale e coinvolgente. Il cliente cerca soluzioni, non frasi ad effetto e contenuti anonimi. 

Solo così potrai creare con loro una relazione di fiducia, fornendo il supporto di cui hanno bisogno durante il processo sempre più delicato e complesso della compravendita immobiliare. 

Non perderti i nuovi post!

Ricevi ogni settimana la mia newsletter con un contenuto originale e gli ultimi articoli del Blog

Accetto la privacy policy

Autore

Gerardo Paterna

Da 25 anni nell'immobiliare come consulente, oggi sono un divulgatore a tempo pieno. Lavoro con imprenditori, aziende e startup consapevoli per creare e comunicare progetti e servizi per l'immobiliare. Produttore del format video #losgabello e dell'evento annuale Sinergie. Autore del libro Comprare e vendere casa - Luoghi comuni protagonisti e verità di un mercato in continua evoluzione". Colleghiamoci su Linkedin!

Tutti gli articoli di: Gerardo Paterna

Lascia una commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.